Montura

 

MANI

Image

Mani che fanno e portano i segni del fare. Mani che pregano: in alcuni luoghi la preghiera è ancora un atto sacro, da compiere con il corpo e i gesti. Mani che toccano e che stringono: mani sporche di vita. Mani che si toccano e si stringono, nel primo gesto universale di riconoscimento del prossimo. Mani consumate dal tempo e dagli elementi. Piccole mani che si tendono verso mani grandi. Sarà un caso, ma tutte queste mani sono state ritratte, in Asia o in Africa, lontano dal nostro Occidente. Qui le mani ormai fanno poco più che battere su dei tasti.

L’occhio del cuore e la sensibilità di un viaggiatore come Fausto De Stefani, hanno ritratto negli anni le fotografie custodite in questo volume. Mani che portano, che offrono, che mungono, che filano, che intagliano la roccia e scolpiscono il giorno di un fare legato alla terra, alla sopravvivenza, alla speranza. Per scoprirle e descriverle serviva un alpinista: uno per il quale le mani contano ancora.

"Prima della lingua e delle parole parlano gli sguardi e le mani. Per questo i miei viaggi si fermano anche a prendere nelle mie mani quelle degli altri per salutare e per essere salutato, per accogliere e per essere accolto, per emozionare un rapporto che si avvicina e che si apre all’amicizia". (Fausto De Stefani)

AUTORE: Fausto De Stefani
FOTO: Fausto De Stefani
EDITORE: Montura Editing

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2010