Montura

 

M’Illumino di Nepal

di Elisa Minchiante

Image
Image
Image
Image

Il Nepal eÌ€ entrato nella mia vita in “  media  s res”. Non eÌ€ stato infatti un approccio graduale alle sue persone, alle abitudini del luogo, alla lingua, all’ospitalitaÌ€, alla religione e alla spiritualitaÌ€. Si eÌ€ trattato piuÌ€ che altro di un scendere dall’aereo e di un vivere il Nepal a 360 gradi, cogliendo il bello e il brutto, il buono e il cattivo, tutto insieme, tutto in faccia, tutto dall’oggi al domani.

In mezzo alle donne, nei villaggi della provincia di Dhading, credevo di trovare disperazione e tristezza, mista a povertà e solitudine. Quello che ho trovato invece sono sempre stati sorrisi ed una calda accoglienza presentati da comunità forti dove i vicini si aiutano, i bambini crescono tutti insieme ed il poco che si ha lo si divide.

Durante le nostre visite nei villaggi arrivavamo cariche di buona volontaÌ€, vestiti puliti, una macchina foto e cellulari all’avanguardia. L’insieme dei nostri averi avrebbe probabilmente aiutato le persone di quei villaggi a vivere per un anno intero. Ho provato un fortissimo senso di colpa quando venivamo ricompensate di frutta, theÌ€ caldo e dolcetti fatti in casa. Sono emozioni che ti mettono a nudo l’anima e ti riportano al pianeta terra, dove non tutto quello che luccica eÌ€ cosiÌ€ prezioso, dove viviamo veramente in baliÌ€a di eccessi e di cose fondamentalmente inutili e dove un assorbente lavabile di cotone puoÌ€ veramente cambiarti la giornata.

Con questo viaggio speriamo di avere portato un poÌ€ di praticitaÌ€ ed un aiuto a queste donne, madri, mogli e figlie che molto spesso non sanno come gestire il periodo mestruale e sono spesso intimorite da questo fenomeno completamente naturale. Una piccola opera buona in un paese completamente dilaniato e distrutto dal punto di vista materiale, ma con un’anima ed un cuore che battono all’unisono.

 

Elisa Minchiante