Montura

 

MONTURA AL FESTIVAL CULTURALE DI INTERNAZIONALE A FERRARA

30 eventi dal 29 settembre al 1 ottobre a Palazzo Crema

Image
Image

MONTURA ed INTERNAZIONALE, una collaborazione sempre più stretta ed avvincente. Si rinnova nell’affascinante centro storico di Ferrara l’abbinamento tra la prestigiosa pubblicazione ed il brand italiano leader nell’abbigliamento e nelle calzature per la montagna e per le attività all’aria aperta. Una collaborazione che è diventata anche un appuntamento fisso settimanale, grazie al quale i lettori di INTERNAZIONALE sono stati invitati a conoscere le varie iniziative nell’ambito della cultura, dello sport, della solidarietà che l’Azienda promuove seguendo lo spirito “Searching a New Way”.
Quest’anno la partecipazione di MONTURA a Ferrara compie un salto di qualità: sarà infatti Palazzo Crema, edificio di proprietà di Carife, ad ospitare appuntamenti, mostre, occasioni di incontro ed informazione. Una location ed un elenco di iniziative, in parte condivise nel cartellone ufficiale del festival, altre che si offriranno come sorprese per i visitatori del palazzo.

PROGRAMMA

La mostra “Genti e Montagna dell’Himalaya”, del grande alpinista Fausto De Stefani, accompagnerà il festival illustrando l’attività della Rarahil Memorial School di Kirtipur (Nepal). Il libro fotografico “Mani-Hands”, realizzato per raccogliere fondi a sostegno dell’opera, sarà presentato a Ferrara venerdì 29 settembre da De Stefani, Erri De Luca e Mauro Corona.  Numerosi giovani, all’interno del palazzo, racconteranno poi dal vivo la loro esperienza nei viaggi “FuoriRotta”, concorso realizzato proprio grazie alla collaborazione tra MONTURA ed INTERNAZIONALE partendo dall’idea originale del regista Andrea Segre. Per “FuoriRotta” saranno presentati il 30 settembre un nuovo film – “Postini di guerra” di Domenico Centrone, Alessio Gonella e Simone Vacca – ed un nuovo libro, “Martino l’arrotino”, di Martino Viviani.
A Ferrara sarà possibile conoscere le attività promosse da MONTURA nei settori della cultura e della solidarietà attraverso il proprio laboratorio creativo, MONTURA EDITING. Tra queste, “Sull’Altipiano dell’Io Sottile”, diario della spedizione italiana in Tibet del 1933 pubblicato grazie alla ricerca dell’antropologo David Bellatalla, docente all’università di Ulan Bator in Mongolia, che sarà presente al Festival di Ferrara domenica 1° ottobre. La sua distribuzione è finalizzata alla raccolta di fondi per la costruzione, con la Croce Rossa, di una tendopoli per ragazze madri alla periferia della capitale mongola.
Oltre alle presentazioni di diversi libri ed ai dibattiti, tra cui quello con la partecipazione di Paolo Cognetti, fresco vincitore del Premio Strega 2017, Palazzo Crema si animerà anche grazie ai laboratori per bambini ed all’attività dell’artista Roberto Conte, che per “Artesella” realizzerà dal vivo un’opera che al termine del festival sarà trasferita nei boschi del Trentino.
Lo schermo posto nella corte vedrà la proiezione, a partire dalla serata di venerdì 29 settembre, del film dedicato al Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico dal titolo “Senza possibilità di errore”, del regista Mario Barberi. Il Soccorso Alpino sarà uno dei partner di Montura ospitati a Palazzo Crema, con un punto informativo e con laboratori per ragazzi.
La collaborazione con “Antiruggine”, spazio artistico di Castelfranco Veneto, porterà a Palazzo Crema il Maestro Mario Brunello, che con il violoncello accompagnerà sabato 30 settembre la presentazione del suo libro “Silenzio”. Mentre il primo ottobre la “Piccola Orchestra Lumiere”, con lo spettacolo “Shakespeare for Dreamers”, chiuderà il festival. La musica sarà protagonista “dal vivo” nella giornata conclusiva anche con i canti del Coro Valsella di Borgo Valsugana, che si esibirà in diversi luoghi cittadini.

MONTURA attende dunque tanti amici nella bellissima città ed in particolare a Palazzo Crema, che per tre giorni si animerà di numerose attività legate alla montagna, alla natura, alla cultura, alla solidarietà. “Searching a new way”…