Montura

 

ALLA TRANS D'HAVET 2015 NON MANCANO LE EMOZIONI

Nella 50 miglia delle Dolomiti vicentine il maltempo della nottata sconvolge i pronostici

Montura anche per il quarto anno resta al fianco di una delle gare di corsa in montagna più affascinanti per tracciato e storia dei luoghi che si attraversano.

La Trans d'Havet 2015 si chiude nel segno del veronese Marco Pajusco, che taglia il traguardo di Valdagno con il tempo di 10:59:43. Seguono Emanuele Ludovisi e Fabio Di Giacomo con i tempi di 11:41:53 e 11:56:15.

Tra le donne trionfa Alessandra Boifava che così tiene alto l'onore in casa. La sorella Federica aveva infatti creato un distacco abissale arrivando a pochi minuti dalla testa assoluta della corsa, prima di essere costretta a ritirarsi per un infortunio al ginocchio sinistro causato da una caduta in discesa in località Pian delle Fugazze. Seconda a 51' Maddalena Mognetti.

Durante la notte, a causa di forti temporali, due dei favoriti, Giulio Ornati e Francesco Rigodanza, hanno alzato bandiera bianca.

La mattina, all'arrivo di Valdagno, il sole ha accolto tutti i numerosi partecipanti, sia dell'ultra trail (circa 300 gli iscritti), sia della maratona (circa 200).

Tutte le informazioni su www.transdhavet.it

Photo © Giulio Salzani e Andreas Gad