Montura

 

Castelluccio c'è

Gli appuntamenti imperdibili

Domenica 16 Luglio il Comitato Regionale FIE Umbria in collaborazione con Montura organizza Castelluccio c'è, un evento escursionistico per dimostrare solidarietà nei confronti di Castelluccio e Norcia, colpiti dal sisma del 30 ottobre scorso.

In accordo con l’Amministrazione di Norcia è stata scelta la data del 16 luglio per permettere il ripristino, anche se parziale, delle vie di accesso e di comunicazione e soprattutto per riuscire a godere della straordinaria fioritura che confidano esplodere proprio nel periodo scelto. Gli escursionisti FIE del CR Umbria hanno deciso, grazie alla accoglienza dell’Amministrazione di Norcia, di realizzare questo evento per poter tornare a camminare insieme agli abitanti del posto sui bellissimi sentieri intorno Castelluccio e il Monte Vettore, cuore del Parco dei Monti Sibillini.

Castelluccio c'è è stato presentato lo scorso febbraio e accolto dall’Amministrazione Comunale di Norcia, dal Parco dei Monti Sibillini, dal Parco di Colfiorito, dalla Pro Loco di Castelluccio, dall’Associazione Pro Castelluccio Onlus e dalle Aziende Locali.

 

Programma:

Partenza: domenica mattina alle 6:45 dalle mura di Norcia per arrivare al parcheggio delle Scentinelle dove lasciare tutti i mezzi di trasporto.
Il gruppo proseguirà a piedi fino a Castelluccio seguendo un percorso di circa 10 km.
Ristoro: organizzato dalla Pro Loco di Castelluccio e dalle aziende locali, durante il quale avverrà l'estrazione dei primi 6 biglietti della lotteria promossa dalla FIE e organizzata dalla stessa Pro Loco locale, i cui premi sono gentilmente donati da Montura e il cui totale ricavato sarà interamente destinato per Castelluccio.
Ritorno: verso le ore 15:00 i partecipanti faranno ritorno a piedi a Scentinelle.

Il totale ricavato della lotteria, insieme alla raccolta fondi della Federazione, verrà consegnato dal Presidente Federale FIE, Domenico Pandolfo, per sostenere il progetto di ricostruzione di Castelluccio.

Con rispetto per la tutela dell’ambiente e delle norme di salvaguardia degli spazi naturali, la FIE desidera essere presente in maniera responsabile, a piedi e in silenzio testimonierebbe la solidarietà e la vicinanza a questo luogo distrutto dal sisma ma che manifesta tanta voglia di ricominciare a vivere.

Ulteriori informazioni

Photo Credits: Tomassini Barbara