Montura

 

PUNTATA 1 | AMAZZONIA. ALLE SORGENTI DEL MITO

Da Belém a Icoaraci

Amazzonia. Alle sorgenti del mito

01/10/2015 -

Era solo uno stagno quando 35 anni fa giocavo all’esploratore, quando cacciavo da quelle acque torbide le mie paure; quando trasformavo salamandre in draghi e bisce in mostri marini.
Cercavo il coraggio.Alimentavo il seme di un sogno, sogno che solo oggi, alle 13:45 ora locale, è cresciuto abbastanza da avverarsi. Sto volando sopra il Rio delle Amazzoni e so di essere in bilico tra il sogno di allora che si realizza ed un altro nuovissimo che sta per cominciare.

Km 0, Belèm, Brasile 2015

Foto 1: Delta del Rio delle Amazzoni.

//

03/10/2015

Un passo dopo l’altro i rumori svaniscono perché il fiume li assorbe tutti, restituendo, filtrato,  solo un silenzio.
Vedo una barca e tre uomini incastrati sul ponte di coperta, vicini come naufraghi, uomini che hanno perso la rotta e consumano quel che resta della notte, senza nome, senza motore, senz’acqua, ammutoliti.
Quaresma è un professore di letteratura. Ha la corporatura esile e il volto acceso di chi ha vissuto e uno sguardo sincero che sembra alleggerito dai pregiudizi.
Parla sottovoce.
Mi racconta le tradizioni della cultura indigena ed io l’ascolto mentre osservo la preparazione del Tacacà, una zuppa fatta con radici grattate e spremute della Magnivia (un tipo di Mandioca).
Questa polpa produce un succo contenente acido cianidrico, velenoso e mortale.
Assaggio la zuppa e immediato mi investe un retrogusto che sa di sacrificio; penso a tutte le persone morte prima di scoprire che basta cuocerla due ore per… continuare a vivere la notte.

Icoaraci, Brasile 2015

Foto 2-7: Imbarco nel porto di Bélem.

----

Leggi l'INTRODUZIONE ALLA SPEDIZIONE E LE ALTRE PUNTATE