Montura

 

MAURIZIO GIAROLLI

MAURIZIO GIAROLLI
Bio

Nato a Cles nel 1958, residente a Presson, Val di Sole, esperta Guida Alpina, Istruttore Nazionale Guide Alpine, direttore dei Corsi Guide Alpine del Trentino, Maestro di Sci e Direttore Scuola Sci AEvolution nella stazione sciistica di Folgarida. È stato membro della squadra Nazionale Italiana di Kilometro Lanciato (velocità personale di 230.621 km/h). Numerose discese di sci estremo tra le quali: Canalone neri alla Cima Tosa, Parete Nord Cima Presanella, Via Faustinelli Cima Presanella.

Numerose salite invernali tra le quali la Via Livanos al Crozzon di Brenta, il Diedro Armani alle Cime di Campiglio e la prima salita Invernale al Cerro Torre In Patagonia Numerose salite ed aperture di vie nuove in Patagonia, Isola di Baffin-Canada, Baghirati-India, Makalu-Nepal, Mckinley-Alaska, Torri del Paine-Cile. Varie ripetizioni classiche con clienti in Dolomiti e sulle Alpi tra le quali: Pilier d’Angle, Grandes Jorasses Sperone Walker, Cervino Parete Est.

Attualmente si dedica con entusiasmo alla sua nuova attività di accompagnamento in scalate e barca a vela in Croazia: www.velaclimbing.it

Le mie parole

VELACLIMBING

Due voci possenti ha il mondo: la voce del mare e la voce della montagna. William Wordsworth ...continua


Arrampicare in barca a vela: come unire mare e pareti da scalare

Velaclimbing, nasce da un sogno, un idea che anno dopo anno prende forma: la barca a vela utilizzata come rifugio di montagna, campo base, punto di ritrovo, per condividere con gli amici  momenti che sicuramente resteranno impressi nella mente e che ci faranno vivere giornate fantastiche in luoghi poco battuti dalle masse, a contatto con la natura e con i nostri hobby preferiti; arrampicata, vela, nuoto, canoa, trekking, slackline e buona cucina.

Maurizio per tutti Icio, trentino o meglio “solandro” di nascita, appassionato di montagna, di professione Guida Alpina e Maestro di Sci. Da sempre affascinato dall’acqua mi dedico alla vela, alla canoa  al nuoto. Uno spirito di dualità diviso tra roccia, neve ed acqua. Una passione, quella del mare spesso sacrificata ad un intensa carriera alpinistica e sciistica. Il piacere di soddisfare le tue esigenze: potrai crogiolarti al sole in assoluto relax, oppure, sarò contento di poterti accompagnare in escursioni/ arrampicate in falesia dove mare e montagna si incontrano in un connubio di straordinaria bellezza.

www.velaclimbing.it
Macrì ed il suo equipaggio.
La barca a vela è per tutti, ognuno partecipa alla vita di bordo con lo spirito di un campo base. Non è necessario essere dei velisti o esperti arrampicatori né tantomeno occorre essere un gruppo già formato, potrete imbarcarvi anche individualmente.
"Macrì" è una barca a vela che offre spazio e comfort, ma teniamo pur sempre presente che siamo su una barca e non in hotel. La rinuncia a qualche piccola comodità, spirito di adattamento, andranno a vantaggio di tutti e di una vacanza sicuramente unica. Le giornate sono organizzate in modo da dare il giusto tempo ad ogni attività, dalla colazione al programma alpinistico, al tempo libero per godersi il sole e le acque cristalline delle isole croate. Sia la montagna che il mare hanno precise regole atmosferiche che potranno condizionare le attività sportive e ricreative.  Si valuterà insieme al momento, anche se l’ultima parola spetterà al Kapitano che si riserva di variare o modificare i programmi proponendo alternative per passare una vacanza in barca a vela piacevole ed in sicurezza.

TORRE EGGER 1987 | PATAGONIA

5 novembre 1987: al quarto giorno di scalata, con novecento metri di vuoto alle spalle, Maurizio Giarolli ed Elio Orlandi sono ormai vicini alla meta. Ma tra loro e la vetta della Torre Egger, splendida ma bisbetica sorella minore del Cerro Torre, sta un fungo di ghiaccio che sembra dire “indietro, di qui non si passa”. Tutto finito, ritirata inevitabile a un passo dall'impresa? No, perché il vento ha giocato per i nostri: si è mangiato il fungo, dal basso verso l'alto, creando nel ghiaccio uno stretto budello verticale. Maurizio si infila in quell'incredibile cunicolo e dopo novanta metri ritrova il cielo: la vetta è lì e Titanic, un capolavoro sul pilastro est della Torre Egger, è un sogno realizzato. È l'ennesimo successo di Maurizio (“Icio”) in Patagonia dopo il Cerro Torre in estate e in inverno, il Fitz Roy, l'Aguja Poincenot e la prima salita di Magico Est sulla Torre Centrale del Paine. Negli anni successivi, sempre in Patagonia, sono poi arrivate Otra vez sulla parete ovest del Cerro Standhardt, Gracias a la vida sul pilastro ovest della Punta Herron e Cristalli nel vento sul pilastro ovest del Cerro Torre. Insomma: la storia dell'alpinismo in Patagonia passa anche per le avventure di Icio, classe 1958, che abita in val di Sole e ha le montagne nell'anima.