Montura

 

MATTEO GIGLIO

MATTEO GIGLIO
Bio

Città natale
Aosta

Data di nascita
22 dicembre 1973

Matteo Giglio, ossia un alpinista completo. Di quelli che vanno forte tanto su roccia quanto su ghiaccio, tanto in alta montagna quanto in falesia. Che nel massiccio per antonomasia, quello del Monte Bianco, si diverte sia su "Voyage selon Gulliver" sul Grand Capucin sia lungo le goulottes del Mont Blanc du Tacul. Ha poi salito la Nord dell'Eiger (per la storica "Heckmair" ma anche per la moderna "Le chant du cygne"), la Nord delle Grandes Jorasses (Colton-McIntyre) e la Nord del Cervino (Schmidt). I numeri: 7b+ a vista e 8a lavorato su roccia, grado 7 a vista su ghiaccio. Altri numeri: nato nel 1973, guida alpina dal 2005, guida alpina istruttore dal 2007. Senza dimenticare che dal 1999 è giornalista pubblicista, collaboratore di diverse testate specializzate. E per finire: Matteo ha gareggiato con la mountain bike, con gli sci da fondo, come ghiacciatore, scialpinista (Trofeo Mezzalama, Pierra Menta...) e come skyrunner. È autore della più completa guida delle cascate di ghiaccio in Valle d'Aosta (più di 700 cascate recensite): Effimeri Barbagli, Tipografia Valdostana, 2014.

www.matteogiglio.it