Montura

 

ATLETICA ROVERETO QUERCIA

ATLETICA ROVERETO QUERCIA
Bio

Dall’inizio degli anni Settanta l’attività della Quercia si concentra sull’atletica, grazie anche alla realizzazione del nuovo stadio, inaugurato all’inizio di ottobre del 1964 con i campionati italiani CSI, organizzati dalla Quercia. Fino a quel momento la società gialloverde, pur con l’handicap della mancanza assoluta di strutture, era riuscita comunque a portare alla ribalta atleti di valore, primeggiando in regione anche a livello di squadra. Inizia una progressione, che pur fra altri e bassi, porta la Quercia a scalare gradualmente le gerarchie nazionali.
Nel 1965 Carlo Giordani conquista due titoli italiani juniores nei 110 e nei 400 hs, con un primato regionale destinato a durare 30 anni. Nel 1966 ben tre atleti gialloverdi sono convocati contemporaneamente in maglia azzurra per l’incontro Under 23 Germania - Italia a Sindelfingen: Luigi Cavalieri, Renzo Cramerotti e Carlo Giordani. Cramerotti chiude la stagione con il titolo europeo juniores nel giavellotto a Odessa. Si accende poi la stella di Aldo Tomasini, grande talento del mezzofondo, campione del mondo juniores di cross nel 1972 a Cambridge. Segue la sua scia la sorella Cristina, che dal 1975 in avanti inanella una lunga serie di titoli italiani giovanili e assoluti, tante maglie azzurre, un primato italiano assoluto nei 10.000, tanti piazzamenti di rilievo ai Mondiali di cross (fra i quali uno splendido quinto posto nel 1977 a Düsseldorf).
Arrivano poi altre maglie azzurre: Stefano Colla, Marino Scudiero, Piero Cavagna, Paolo Ghedina, Giulio Vianello, Giuliano Battocletti, per finire arrivare negli ultimi anni a quelle di Ilaria Sighele, Ennio De Giuli, Federica Dal Rì, Eleonora Berlanda, Doris Tomasini e Martina Giovanetti.
L’atletica è sport essenzialmente individuale, che si esprime però anche in momenti di squadra. Per oltre 30 anni la Quercia ha conquistato, con pochissime interruzioni, il titolo regionale di società in campo maschile. La lieta sorpresa degli ultimi anni è la squadra femminile, arrivata ai vertici regionali dal 1999 ad oggi. Da 30 anni la squadra maschile si qualifica per le finali nazionali, toccando il vertice proprio quest’anno con il terzo posto in serie A1, ad un soffio dalla promozione nella serie Argento. Ancora più brave le ragazze, quarte nella serie Argento, dodicesimo posto assoluto in Italia.
Grazie alla Quercia Rovereto la piccola Rovereto è nell’elite, maschile e femminile, dell’atletica italiana. Un piccolo miracolo che sarà sempre più difficile ripetere.