Montura

 

GIORGIO DAIDOLA

GIORGIO DAIDOLA
Bio

Giorgio Daidola, torinese, classe 1943, docente di economia aziendale e di gestione delle imprese turistiche presso l’Università di Trento dal 1975, pubblicista iscritto all’Ordine dei giornalisti dal 1983, maestro di sci emerito, direttore della Rivista della Montagna e dell’annuario Dimensione Sci per molti anni, ha pubblicato articoli e fotografie su tutte le più prestigiose riviste di outdoor italiane, francesi, spagnole, norvegesi, australiane e statunitensi. Ha partecipato come regista e come attore a parecchi film di sci e di montagna che hanno ricevuto premi nei principali festival.
Collabora a riviste di montagna (SkiAlper) e di vela (Vela e Fare Vela).

Nel 1982 ha reintrodotto in Italia il telemark, ossia lo sci a talloni liberi, compiendo con questa tecnica spedizioni nei sette continenti, con il tetto massimo dello Shisha Pagma, prima discesa di un ottomila con l’antico stile norvegese. Con il telemark ha salito e sceso cime nei sette continenti e ha effettuato grandi raid nel Karakorum, nello Hielo Continental, nelle Rocky Mountains.
Con la sua prima barca, un Ranger 29 denominato Betemps come il famoso rifugio ai piedi del Monte Rosa, ha fatto una crociera pluriennale in Grecia e in Turchia nei primi anni ottanta.
Trent’anni dopo è ritornato nel Mediterraneo orientale con la sua seconda e attuale barca, il Gladiateur Zeffiraglia di 10 metri, a cui è affezionatissimo.

Nelle sue crociere Giorgio ha sempre cercato di abbinare i piaceri del mare con quelli della montagna, percorrendo meravigliosi sentieri lungo le coste, salendo sulle cime più alte delle isole, effettuando arrampicate e anche discese in sci, come quella sulla lava della Sciara del fuoco di Stromboli.
Il suo grande sogno rimane quello di vivere mare e montagna come un’unica grande avventura. Per questo motivo considera Bill Tilman, alpinista e velista, il più grande esploratore di tutti i tempi.

È autore del libro VIAGGIO IN MEDITERRANEO - Immagini, incontri, riflessioni di un velista curioso, Il Frangente Editore 2013.