AROUND SOUTH AMERICA | IL NUOVO VIAGGIO DI ALESSANDRO BAU'

Image Image Image Image Image Image Image

In cerca di nuovi orizzonti per il forte e determinato alpinista padovano, atleta Montura

8 gennaio 2015, Cile.

Alessandro Baù, tra i più forti e preparati alpinisti dolomitici dell’ultima generazione, atleta Montura, è partito con la compagna (sua moglie) in cerca di nuovi orizzonti in Sud America. Resterà via per qualche mese. Conoscendo la sua curiosità per luoghi inconsueti e la capacità di raccontare i suoi viaggi attraverso la fotografia, gli abbiamo chiesto di restare in contatto e di spedirci ogni tanto qualche resoconto. Ecco il primo report.

«10 giorni intensi nei dintorni di Santiago ci sono bastati per capire che i cileni sono incredibilmente gentili. Arrivati all’aeroporto troviamo Guillermo, amico di amici che, pur non conoscendoci, si è fatto 600km di mezzi pubblici per offrirci il suo aiuto nella brulicante capitale.
Il primo obiettivo della settimana è trovare l’auto che nei prossimi mesi diventerà la nostra casa. Non sappiamo lo spagnolo, così improvvisiamo rocamboleschi dialoghi facendoci capire alla bene meglio.
Senza il paziente aiuto dei ragazzi dell’ostello non saremmo mai riusciti a superare la pur semplice burocrazia cilena, per l’acquisto della Chevrolet Astrovan, che abbiamo allestito con cama (camera) incorporata. Tutte le persone a cui ci rivolgiamo dimostrano una disponibilità genuina, dedicandoci tempo e attenzioni , come se non avessero altro da fare!
Quando tutte le papeles (documenti) dell’auto sono pronti, iniziamo il nostro viaggio diretti al Canjon del Maipo, verso la falesia della Mina, impressionante muro di stampo alpino, vicino alla località di Bano Morales. Continuiamo verso sud, raggiungendo le pareti della Valle del Condor, in un magnifico altipiano dove per scalare è richiesto uno sforzo supremo di fantasia: i movimenti sono così vari e belli che bisogna sfruttare al massimo l’intelligenza motoria verticale. In valle troviamo pochi ragazzi cileni, che alla loro partenza ci regalano origano e cipolle.
Dopo due giorni di vie entusiasmanti ci spostiamo verso l’isolato territorio lunare del Vulcan Loquimay e lo  saliamo con una bella passeggiata.
Alla prossima. Un caro saluto // Alessandro Baù».

Alessandro Baù nel nostro sito >> http://www.montura.it/it/persone/discipline/alpinismo/alessandro-bau.php