MATTEO RIVADOSSI | SAMAR 2015 NUOVE ESPLORAZIONI SPELEOLOGICHE IN FILIPPINE

Image Image Image Image Image

È partita in aprile la nuova spedizione del Gruppo Grotte Brescia: rientrerà il 5 maggio

Matteo Rivadossi, atleta Montura e testimonial di riferimento del nuovo Alpstation Brescia, è partito alla guida dell’ennesima spedizione speleologica in Filippine organizzata dal Gruppo Grotte Brescia “Corrado Allegretti” e dall’associazione Odissea Naturavventura.

Dal 7 Aprile al 5 maggio ben 13 speleologi italiani e sloveni opereranno su due diverse aree carsiche dell’isola di Samar: il carso di Calbiga e quello di Gandara.

Gli obiettivi principali saranno due diverse giunzioni spelosubacque. Partendo da Cabiga si tenterà di collegare il complesso di Borabot-Ludi Bito-Camparina Cave (8 km) con la celeberrima e ciclopica Langun-Gobingob Cave (6 km e contenente una delle sale più grandi al mondo, 280 x 140 m); spostandosi invece ben più a nord, nei pressi del villaggio di Barruz (5 ore di navigazione su fiume da Gandara) si tenterà la giunzione tra la roboante Male-ho (8km e percorsa da 2-3 metri cubi/sec) con il vasto complesso di Sulpan Cave (13 km, terza cavità per sviluppo delle Filippine) che nel 2011 era già collegata alla sorgente da una bella immersione subacquea ad opera di Gigi Casati.

Parallelamente alle elitarie immersioni, si procederà anche classicamente nel raggiungimento e nell’esplorazione di alcuni ciclopici inghiottitoi individuati studiando le carte topografiche sia nel bacino del Basey River (nel sud di Samar), sia nella zona di Matuguinao (nella zona nord-ovest di Samar).

Info, dettagli e diario di viaggio sul sito del Gruppo Grotte Brescia e sulla pagina FB dell'Alsptation Brescia.