PRIMA RIPETIZIONE ITALIANA DELLA GOGNA-CERRUTI AL NASO ZMUTT DEL CERVINO

Image Image Image Image Image Image Image Image

Importante salita di François Cazzanelli - Guida Alpina e Atleta Montura - e i suoi compagni sulla Parete Nord del Cervino

Tra il 26 e il 27 settembre François Cazzanelli, Marco Farina e Marco Majori, della Sezione Militare di Alta Montagna, Reparto Attività Sportive del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, hanno ripetuto la prestigiosa via aperta da Alessandro Gogna e Leo Cerruti nel 1969. Siamo nella Parete Nord del Naso di Zmutt del Cervino e per anni questa salita è stata considerata una delle vie più difficili delle Alpi Occidentali, sicuramente il capolavoro di Alessandro Gogna, gradata ED+, con un dislivello di 1050 metri, 400 metri di terreno misto, 400 metri di parete verticale e 200 metri che confluiscono sulla Cresta di Zmutt. Si tratta della settima ripetizione assoluta e prima italiana.

Nella prima foto: la parete nord del Cervino con il Naso di Zmutt in primo piano (foto di B. Perren tratta da “Alp”, n. 235, p. 89). Sono tracciate le vie (da sinistra a destra): Gogna-Cerruti (Alessandro Gogna e Leo Cerruti, 14-17 luglio 1969, 1200 m, VI+ e A3, ED+), Freedom (Robert Jasper e Rainer Treppte, 22-26 agosto 2001, 1200 m, VIII-, A2 e M5+), Piola-Steiner (Michel Piola e Pierre-Alain Steiner, 29 luglio-1° agosto 1981), Free Tibet (Patrick Gabarrou e Cesare Ravaschietto, 31 luglio-2 agosto 2001, 1200 m, VII/VII+ e A2+) e Aux amis disparus (Patrick Gabarrou e Lionel Daudet, 5-6 luglio 1992, 1200 m, VII e A3). Per gentile concessione di iborderline.net

Il racconto della salita, direttamente dal blog di Alessandro Gogna.