TIEN SHAN | SPEDIZIONE CAI SCHIO IN VETTA AL KHAN TENGRI

Image Image Image Image Image

Montura ha sostenuto la promettente giovane squadra della Scuola di alpinismo e scialpinismo PICCOLE DOLOMITI

Sono rientrati in questi giorni dal Tien Shan, Asia Centrale, i cinque componenti della Spedizione del CAI SCHIO.

Obiettivo raggiunto: salire il Khan Tengri, la bella e non facile montagna di 7010 metri che fa da confine tra Kirzighistan, Kazakistan e Cina, da sempre palestra per l'alpinismo himalayano della grande tradizione russo-sovietica.

Partiti dall'Italia il 31 luglio, iniziate le operazioni al Campo Base (4100 m) il 4 di agosto, il 15 di agosto il gruppo guidato da Pietro Contalbrigo ha raggiunto la vetta (7010 m) nel tardo pomeriggio, salendo il versante nord fino all'anticima, il Chapaev Peak (6080 m), per poi raggiungere dal versante est la cima del "Signore del Cielo". Difficile e avversata dal brutto tempo, con molta neve e temperature rigide (-25), la discesa, durata ben tre giorni, con due notti bloccati in tenda da una bufera di ghiaccio, a 5900 metri.

La promettente squadra - sostenuta da Montura - tutta composta da istruttori della Scuola di alpinismo e scialpinismo "Piccole Dolomiti" del CAI SCHIO era formata oltre che dal caposedizione Pietro Contalbrigo, da Federico Moro, Alessandro Fistarol, Mirco Busin e Fabio Menegozzo.

Dettagli e impegni futuri sulla pagina della Sezione CAI SCHIO.