MAX CALDERAN

ATLETA DEL MESE MONTURA

I sogni che fanno diventare grandi

Da bambino sognavo di andare su Marte. Poi, nel 1981, a 14 anni, è entrata nella mia vita l’arrampicata, che all’epoca si chiamava ‘’libera’’, ed è ufficialmente iniziato il mio percorso di disciplina e allenamenti metodici. Mi stavo preparando per diventare un esploratore e volevo essere il primo uomo al mondo capace di scoprire cosa nascondeva il ventre del deserto di sabbia più grande del pianeta, il Rub Al Khali in Arabia Saudita, 1.100km in attesa essere calpestati. Una sorta di Marte in miniatura. Questa esperienza mi porta ora a sensibilizzare le persone sul tema dell'importanza di vivere l'outdoor, rispettando l’ambiente, quanto più possibile, coinvolgendo le famiglie e soprattutto i bambini, il nostro futuro. Ho cominciato a vestire Montura all'inizio degli anni 90, in falesia, dopo averla vista indossare da un amico climber. Mi è subito piaciuto questo strano logo a forma di fiore.

La Calderan Line

Esploratore, il 2 febbraio 2020 entra nella leggenda attraversando in solitaria i 1.100 km del deserto di sabbia più grande al mondo: il Quarto Vuoto, il Rub’Al-Khali in Arabia Saudita, l’ultima frontiera inesplorata della Terra. Nasce la Calderan Line, che andrà aggiunta ai libri di storia e di geografia. La Calderan Line non è solo una traccia nel deserto, ma uno stile di vita in cui si abbracciano scienza, salute, natura e movimento per riportare l’uomo alle proprie origini e renderlo nuovamente parte integrante della Natura e non solo spettatore. L’ultimo documentario ‘’Into the Lost Desert’’ prodotto nel 2021 Empty Quarter Studios (USA) e distribuito in tutto il mondo, racconta questa epica impresa. Max Calderan detiene oggi quattordici prime mondiali di esplorazione desertica, tra le quali spicca l’attraversamento per 90 ore consecutive senza soste in Oman lungo i 437 km della linea del tropico del Cancro e i 360 km in 75 ore, percorsi in estate in Arabia Saudita con temperature proibitive. La sua vita e la sua voglia di non mollare mai l'ha raccontata nel suo ultimo libro, "La linea nel deserto", pubblicato con il sostegno di Montura Editing.

Parola all'atleta del mese

Utilizzo in questo periodo stagionale estivo esclusivamente capi Montura, non solo capi tecnici, ma soprattutto per il tempo libero ( t-shirt, polo, short e pantaloncini) per la qualità dei tessuti ma anche per la vestibilità e i colori. Pratici e comodi anche nel tempo libero, sicuramente si distinguono dalla folla di proposte.

MAX CALDERAN

ATLETA DEL MESE MONTURA

I sogni che fanno diventare grandi

Da bambino sognavo di andare su Marte. Poi, nel 1981, a 14 anni, è entrata nella mia vita l’arrampicata, che all’epoca si chiamava ‘’libera’’, ed è ufficialmente iniziato il mio percorso di disciplina e allenamenti metodici. Mi stavo preparando per diventare un esploratore e volevo essere il primo uomo al mondo capace di scoprire cosa nascondeva il ventre del deserto di sabbia più grande del pianeta, il Rub Al Khali in Arabia Saudita, 1.100km in attesa essere calpestati. Una sorta di Marte in miniatura. Questa esperienza mi porta ora a sensibilizzare le persone sul tema dell'importanza di vivere l'outdoor, rispettando l’ambiente, quanto più possibile, coinvolgendo le famiglie e soprattutto i bambini, il nostro futuro. Ho cominciato a vestire Montura all'inizio degli anni 90, in falesia, dopo averla vista indossare da un amico climber. Mi è subito piaciuto questo strano logo a forma di fiore.

La Calderan Line

Esploratore, il 2 febbraio 2020 entra nella leggenda attraversando in solitaria i 1.100 km del deserto di sabbia più grande al mondo: il Quarto Vuoto, il Rub’Al-Khali in Arabia Saudita, l’ultima frontiera inesplorata della Terra. Nasce la Calderan Line, che andrà aggiunta ai libri di storia e di geografia. La Calderan Line non è solo una traccia nel deserto, ma uno stile di vita in cui si abbracciano scienza, salute, natura e movimento per riportare l’uomo alle proprie origini e renderlo nuovamente parte integrante della Natura e non solo spettatore. L’ultimo documentario ‘’Into the Lost Desert’’ prodotto nel 2021 Empty Quarter Studios (USA) e distribuito in tutto il mondo, racconta questa epica impresa. Max Calderan detiene oggi quattordici prime mondiali di esplorazione desertica, tra le quali spicca l’attraversamento per 90 ore consecutive senza soste in Oman lungo i 437 km della linea del tropico del Cancro e i 360 km in 75 ore, percorsi in estate in Arabia Saudita con temperature proibitive. La sua vita e la sua voglia di non mollare mai l'ha raccontata nel suo ultimo libro, "La linea nel deserto", pubblicato con il sostegno di Montura Editing.

Parola all'atleta del mese

Utilizzo in questo periodo stagionale estivo esclusivamente capi Montura, non solo capi tecnici, ma soprattutto per il tempo libero ( t-shirt, polo, short e pantaloncini) per la qualità dei tessuti ma anche per la vestibilità e i colori. Pratici e comodi anche nel tempo libero, sicuramente si distinguono dalla folla di proposte.

Alcune delle imprese desertiche

2020  Esplorati i 1,100km lungo la linea centrale del Rub Al Khali.
Nasce la Calderan Line che verrà aggiunto alle cartine geografiche dell'Arabia Saudita.

2016 Salita 45 volte senza sosta i 300mt della duna di sabbia più alta degli Emirati Arabi Uniti - Una delle più alte del mondo . 13,500 mt dislivello + coperti in 22 ore e 20 minuti,

2016 Evento di beneficenza per la Fondazione Al Jalila. 150 km in 23h e 50 da Abu Dhabi a Dubai a digiuno di acqua e cibo durante il Ramadan

2014 EMIRATI ARABI UNITI Crazy Survival Training: 165km in 48h senza cibo e acqua.

2010 EGITTO - SINAI Moise's Track: 148km in 23h 50min seguendo le tracce del profeta Mosè nella Penisola del Sinai fino al Monastero di Santa Katerina.

Alcune delle imprese desertiche

2020  Esplorati i 1,100km lungo la linea centrale del Rub Al Khali.
Nasce la Calderan Line che verrà aggiunto alle cartine geografiche dell'Arabia Saudita.

2016 Salita 45 volte senza sosta i 300mt della duna di sabbia più alta degli Emirati Arabi Uniti - Una delle più alte del mondo . 13,500 mt dislivello + coperti in 22 ore e 20 minuti,

2016 Evento di beneficenza per la Fondazione Al Jalila. 150 km in 23h e 50 da Abu Dhabi a Dubai a digiuno di acqua e cibo durante il Ramadan

2014 EMIRATI ARABI UNITI Crazy Survival Training: 165km in 48h senza cibo e acqua.

2012 ARABIA SAUDITA Empty Quarter: tentativo di 1200 km. Annullato dopo 270 km a causa della tempesta di sabbia.

2011 EMIRATI ARABI UNITI The Crazy Training: 100km in 23h senza cibo nè acqua. Temperatura massima +59C, temperatura massima sabbia +74C.

2010 EGITTO - SINAI Moise's Track: 148km in 23h 50min seguendo le tracce del profeta Mosè nella Penisola del Sinai fino al Monastero di Santa Katerina.